CASCINA VITTORIA di Monferino Claudio e Alessandro

La storia

Dopo essere stata affittuaria di una parte della Tenuta di Retorto, la famiglia Monferino nel 1979 compra alcuni terreni e, anno dopo anno, incrementa il quantitativo dei suoi ettari fino a che nel 1991 decide di trasferire l’allevamento da Retorto alla Cascina Vittoria, dove ancora oggi è concentrata l’attività.

I fratelli Claudio e Alessandro svolgono questa professione da oltre 40 anni e hanno trasmesso la loro passione ai figli, Fabio, Federica e Carlo, che li stanno affiancando sia nel lavoro nei campi e in stalla, che negli uffici.

Il rispetto per l’ambiente, la cura dell’allevamento, i controlli sul latte

Fin dalla sua costruzione la stalla è stata pensata a basso impatto ambientale. Vengono utilizzati solo 12 KW di corrente elettrica in tutta l’azienda.

L’attività quotidiana è svolta perseguendo un risparmio energetico e idrico. In particolare tutte le operazioni di mungitura e pulizia vengono realizzate utilizzando il minore quantitativo di acqua possibile e tutti i motori utilizzati in azienda sono dotati di inverter, permettendo un basso consumo di energia elettrica.

I 600 litri di acqua calda che, due volte al giorno servono alla gestione dell’azienda, vengono ricavati dal recupero delle calorie sottratte al latte durante la fase di raffreddamento.

La Cascina Vittoria, inoltre, negli ultimi anni ha minimizzato gli interventi colturali (minima coltivazione), riducendo e ottimizzando ad esempio i passaggi con i mezzi a motore, e ha limitato l’approvvigionamento esterno delle proteine destinate ai suoi capi di allevamento, scegliendo di produrre internamente foraggi ad alto contenuto proteico.

Nel 2015 è stato istallato in azienda un impianto di irrigazione automatica per il mais a risparmio idrico ed energetico.

La razione delle vacche prevede somministrazione di porzione abbondante di erba fresca, adatta a valorizzare il contenuto di proteine e vitamine naturali di facile reperimento e a Km 0 , che stimola l’appetito delle vacche e il benessere delle stesse.
Un sistema computerizzato permette di attuare un controllo in tempo reale delle prestazioni e del benessere degli animali. 

Negli ultimi anni l’azienda ha investito nella ristrutturazione della vitellaia, per favorire una migliore suddivisione dei capi per età, nella realizzazione di nuove aree aperte per favorire la deambulazione dei mucche e nella costruzione di una nuova stalla da 1000 metri quadrati, al fine di aumentare lo spazio pro capite per capo.

A garanzia del rispetto dell’ambiente, del benessere animale e conseguentemente della qualità del prodotto, in cascina, una volta l’anno, vengono verificati 31 requisiti, suddivisi in sette ambiti di intervento:
• Concimazione e Trattamenti
• Alimentazione zootecnica
• Profilassi e Terapia Veterinaria
• Gestione dell’allevamento
• Mungitura
• Conservazione del latte
• Analisi del latte

Il controllo è affidato a un ente certificatore terzo, l’ISTITUTO NORD OVEST QUALITA’ (INOQ).