CASCINA BRUCIATINA di Rescia Francesco

La storia

Dal 1861 la famiglia Rescia vanta una larga esperienza nell’allevamento. In queste terre, al confine con la Bassa Valle Scrivia, lavorano con grande affiatamento Francesco Rescia e suo padre Mario. Insieme a quest’ultimo c’è l’inseparabile cagnolina Lilly.

Già nel 1970 nonno Luigi aveva ricevuto la medaglia d’oro dalla Camera di Commercio di Alessandria per “l’impegno imprenditoriale nel settore economico“. Lo stesso riconoscimento lo ha avuto Francesco, nel 2009.

Il rispetto per l’ambiente, la cura dell’allevamento, i controlli sul latte

L’azienda, negli ultimi anni, è stata impegnata nella creazione di un sistema di raccolta e smaltimento delle acque in eccesso, piovane o di esondazione dei rii attigui e ha completato l’allacciamento all’acquedotto municipale per esigenze igienico sanitarie.
Per migliorare le condizioni dell’allevamento e garantirne il benessere e la salute ha inserito una nuova linea di prodotti biodegradabili e a basso impatto ambientale per disinfestazioni, detersioni e pulitura capezzoli capi.

A garanzia del rispetto dell’ambiente, del benessere animale e conseguentemente della qualità del prodotto, in cascina, una volta l’anno, vengono verificati 31 requisiti, suddivisi in sette ambiti di intervento:
• Concimazione e Trattamenti
• Alimentazione zootecnica
• Profilassi e Terapia Veterinaria
• Gestione dell’allevamento
• Mungitura
• Conservazione del latte
• Analisi del latte

Il controllo è affidato a un ente certificatore terzo, l’ISTITUTO NORD OVEST QUALITA’ (INOQ).